Il Giappone riadatta i programmi alla nuova politica americana

03/02/2017

Il Giappone ha sostenuto fino all’ultimo momento il TTP (Trans Pacific Partnership) e negli ultimi anni ha anche attuato complesse riforme del proprio sistema finanziario e commerciale, proprio per adattarsi alle condizioni richiesta dal TTP. Ma dopo l’elezione di Trump ha subito rielaborato una politica economica in accordo con le nuove scelte USA, perché considera di irrinunciabile importanza strategica l’alleanza economica e militare del Giappone con gli USA. L’agenzia Reuters ha avuto accesso a un documento del governo giapponese, ancora non ufficiale, per la crescita e l’impiego in Giappone e USA, che prevede ingenti investimenti giapponesi in cinque settori dell’economia americana, fra cui le infrastrutture e l’automazione.

Già lo scorso dicembre la SoftBank Group Corp, gigante giapponese delle telecomunicazioni, aveva annunciato investimenti negli Stati Uniti per circa 50 miliardi, che creeranno circa 50000 posti di lavoro. A inizio gennaio Toyota ha annunciato 10 miliardi di investimenti in America nei prossimi cinque anni. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.