Aumenta la tensione
nel Kirghizistan meridionale

25/05/2010

Il 19 maggio 2010 nella regione di Jalal-Abad, nel sudovest del Kirghizistan, si sono verificati violenti scontri fra i sostenitori dell’ex presidente Kurmanbek Bakiyev e le forze filogovernative. Il bilancio è di un morto e diciannove feriti.   Il governo ad interim controlla la parte settentrionale ed orientale del paese, ma non riesce ancora a controllare le regioni di Jalal-Abad (provincia natale di Bakyiev) e Osh, anche a causa della presenza di montagne che dividono il paese in due regioni distinte.   A distanza di sei settimane dalla rivolta la situazione interna in Kirghizistan rimane volatile. Nel frattempo però la Russia ha aumentato la propria presenza militare nel paese, anche se ha preferito restare imparziale durante le recenti proteste.  

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.