Guerra in Ucraina: a che punto siamo

11/05/2022

Una varietà di fattori contribuisce alla durata di una guerra. Più piccolo è il campo di battaglia, meno soldati possono inserirvisi e, generalmente, più breve sarà la guerra. In Ucraina il campo di battaglia è sufficientemente esteso perché la guerra possa durare anni. Altrettanto importanti sono gli obiettivi.

La Russia ha impostato la guerra sul presupposto che l’esercito ucraino fosse una forza trascurabile che poteva essere sbaragliata nell’avanzata e che per avere il controllo sull’Ucraina occorresse mirare subito all’invasione delle città, anche se le città sono difficili campi di battaglia, perché il vantaggio va al difensore, che conosce bene la sua città.

Mosca ha posto male il problema iniziale. L’Ucraina è grande e le sue forze hanno combattuto da posizioni sparse, mobili e decentrate, nello stile dei gruppi guerriglieri, non come un esercito tradizionale, spiazzando i Russi durante l’avanzata.  Allora Mosca ha cercato di imporre una guerra di logoramento, che però costa ai Russi tanto quanto agli Ucraini.

Gli Ucraini hanno ora un altro vantaggio: l’infusione di armi avanzate da parte degli Stati Uniti. Queste armi però debbono essere gestite da un comando centrale, il che sta cambiando la natura della difesa ucraina, che non può più ricorrere sostanzialmente ad azioni di guerriglia, ma deve organizzare operazioni di tipo tradizionale. È qui che entra in gioco la questione tempo. Le nuove armi richiedono tempo per essere integrate con le forze che le utilizzano. Se la Russia vuole vincere deve impedire che queste armi diventino operative, ma per ora i Russi hanno mostrato poca flessibilità nell’abbandonare i loro presupposti e capire la nuova realtà.

Non è chiaro che cosa farà la Russia ora. Come risponderanno la leadership russa e la catena di comando militare al necessario cambiamento di strategia? Il processo politico in Russia è un mistero. C'è certamente una struttura politica, poiché qualcuno deve pur far eseguire gli ordini di Putin, ma non si sa chi ne fa parte, con che ruolo. Sicuramente Putin la sta sferzando; con quali risultati non sappiamo, forse non lo sa neppure lui. Ma presto lo vedremo. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.