L’Iran firma il primo grande accordo energetico internazionale

05/07/2017

Il 3 giugno 2017 la francese Total, la China National Petroleum Corporation e l’iraniana Petropars hanno firmato un contratto del valore previsto di 4,9 miliardi di dollari per lo sfruttamento del lotto numero 11 del giacimento di gas naturale South Pars nelle acque del Golfo. Il giacimento di South Pars è condiviso dall’Iran con il Qatar. Altri grandi contratti con altre aziende straniere verranno firmati prossimamente. Gli investimenti internazionali nelle risorse iraniane sono stati lungamenti bloccati non soltanto dalle sanzioni della comunità internazionale, ora sospese, ma anche dall’approccio protezionistico del governo, che permetteva agli stranieri di investire soltanto nell’esplorazione dei giacimenti e nella costruzione delle opere tecniche necessarie per sfruttarle, non nelle risorse stesse. Perciò gli stranieri che investivano in infrastrutture necessarie alla produzione al commercio di energia o di altre risorse naturali avevano un compenso prefissato, che non variava col variare né della produttività né del prezzo di mercato della risorsa. 

Ora il governo Rouhani ha autorizzato contratti che permettano agli stranieri lo sfruttamento commerciale delle risorse per vent’anni in società con l’azienda di stato iraniana, che detiene sempre la quota di controllo. I risultati di questa liberalizzazione, per quanto parziale, stanno portando grandi contratti che probabilmente beneficeranno l’economia iraniana, ma che vengono considerati in modo molto negativo dalla fazione politica dell’ex presidente Ahmadinejad e delle Guardie della Rivoluzione, che sino a ora hanno avuto il monopolio di gestione del settore minerario ed energetico iraniano.

La Francia e la Cina sono i primi paesi a cercare accordi economici e commerciali di grande portata, che ovviamente rafforzeranno anche i legami politici di questi paesi con l’Iran. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.