La didattica capovolta
Corso di formazione gratuito a Torino

13/06/2016

I turno: martedì 20 settembre 2016 (15-18) - martedì 15 novembre 2016 (15-18)

II turno: martedì 25 ottobre 2016 (15-18) - martedì 20 dicembre 2016 (15-18)

presso il Liceo Classico Statale D’Azeglio, via Parini 8, Torino

 

N.B. Viste le tante richieste, è previsto un III turno:

         lunedì 19 settembre 2016 (15-18) - lunedì 14 novembre 2016 (15-18)

         presso l'Istituto Tecnico Germano Sommeiller, Corso Duca degli Abruzzi 20, Torino

 

La “didattica capovolta” rappresenta un profondo ripensamento delle strategie educative della scuola, poiché prevede di invertire il luogo dove si segue la lezione (a casa propria anziché a scuola, utilizzando mezzi digitali) con quello in cui si impara a capire e riflettere e si fanno esercizi applicativi (a scuola anziché a casa). Il fulcro della “didattica capovolta” sono le attività da svolgere a scuola: è questa la parte di lavoro da rimodellare da parte dei docenti.

Il corso per docenti (che si svolge per gran parte a distanza, via internet) è volto ad aiutarli in questa delicata operazione, attraverso un programma suddiviso in tre parti: due mattinate di seminario e un corso online. Al termine dei due mesi di corso gli insegnanti saranno in grado di padroneggiare gli strumenti digitali necessari al capovolgimento della didattica e si saranno esercitati a preparare compiti autentici di gruppo.

Il seminario iniziale e quello finale sono tenuti dal Prof. Maurizio Maglioni, presidente dell’associazione per la promozione della didattica capovolta FLIPNET, insegnante di chimica nelle scuole superiori di Roma e autore, insieme a Fabio Biscaro,  di “La classe capovolta” (Edizioni Erickson).

Il corso per docenti del Piemonte è finanziato dalla Fondazione CDF. I posti disponibili sono 60.  

I corsi di FLIPNET hanno il patrocinio del MIUR a livello nazionale.

 

Per avere maggiori informazioni sulla “didattica capovolta”, sul programma del corso e per conoscere le modalità e i tempi di iscrizione, consultare i documenti allegati. 

“Avevo bisogno di questo corso, ha stimolato il mio interesse, mi ha arricchita e mi ha aperto un mondo nuovo, a me, ai miei alunni e anche a mia figlia; la quale mi guarda stupita, quando adesso la invito a ripassare dicendo: "Prendi il cellulare o il pc ." oppure sorride quando le ripeto: "Devo fare i compiti... Farebbe bene a tutti i docenti tornare ad essere degli scolari qualche volta, meglio se capovolti!" Mariagabriella, docente di italiano

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.