La Commissione Europea

20/09/2014

La Commissione Europea è l'organo esecutivo dell'Unione Europea, dunque è un po’ l’equivalente a livello europeo dei governi nazionali. È composta di un Commissario per ogni stato membro, scelto dal Presidente della Commissione fra le personalità eminenti indicate dallo stato membro. Normalmente la composizione poltica dipende dai governi in carica dei paesi dell'Unione Europea. 

I Commissari però non sono legati da alcun titolo di rappresentanza con lo stato da cui provengono, ma devono agire nell'interesse generale dell'Unione; per tale motivo la Commissione viene definita dal Trattato sull’Unione come "organo di individui", non come ‘organo di stati".

Il Presidente della Commissione viene nominato dal Consiglio Europeo, ma deve essere confermato dal Parlamento Europeo.

La lista dei Commissari con le rispettive competenze viene presentata dal Presidente della Commissione prima al Consiglio Europeo e poi al Parlamento Europeo. Entrambi debbono approvare le nomine, prima che diventino effettive.

Presidente e Commissari rimangono in carica per cinque anni.

I Commissari si riuniscono una volta a settimana (solitamente il mercoledì) a Bruxelles, oppure a Strasburgo se ci sono riunioni del Parlamento.

Poteri della Commissione

La Commissione ha il "diritto d'iniziativa", ossia può proporre atti legislativi con l'obiettivo di ‘difendere gli interessi dell'UE e dei suoi cittadini nelle questioni che non possono essere gestite efficacemente a livello nazionale, regionale o locale’ (principio di sussidiarietà).

L’approvazione delle leggi comunitarie proposte dalla Commissione spetta però al Parlamento europeo e al Consiglio dell'Unione Europea.

La Commissione è poi responsabile dell'attuazione delle decisioni, dunque gestisce tutti i programmi dell’Unione Europea e spende i fondi europei, anche attraverso agenzie e amministrazioni nazionali e regionali. La gestione del bilancio da parte della Commissione viene esaminata dalla Corte dei Conti.

La Commissione europea ha il potere di aprire procedure di infrazione dei confronti degli stati membri inadempienti, e di sanzionarli.

La Commissione rappresenta l'Unione europea a livello internazionale, ad esempio presso le organizzazioni internazionali (es. WTO) e nei negoziati con paesi terzi. Uno dei Commissari è anche Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

La Commissione europea è un organo collegiale, che discute e delibera collegialmente su tutte le questioni, ma poi concede un'ampia delega di funzioni ai singoli commissari, che guidano le varie direzioni generali, equiparabili ai ministeri. Le deliberazioni vengono prese a maggioranza del numero dei suoi membri.

La Commissione dispone di un organico di 23.000 dipendenti, distribuiti in direzioni generali (DG) o servizi. Ha sede a Bruxelles, ha alcuni uffici in Lussemburgo e ha rappresentanze in tutti i paesi dell’Unione.

 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.