Il Consiglio Europeo

20/09/2014

Il Consiglio Europeo è l’organo che dà all’Unione l’impulso necessario per il suo sviluppo e ne definisce gli orientamenti e le priorità politiche generali, ma non ha funzioni legislative, né compiti esecutivi, pur essendo il vero organo decisionale dell’Unione. Dal 1º dicembre 2009, a norma del trattato di Lisbona, è divenuto una delle sette istituzioni dell'Unione. 

È composto dai Capi di Stato o di Governo dei singoli stati membri, cioè da chi detiene il potere esecutivo in ogni stato. Il Consiglio Europeo nomina il suo Presidente fra personaggi eminenti che non ricoprano cariche di governo, ma la nomina deve essere approvata dal Parlamento europeo. Il mandato di Presidente dura due anni e mezzo, ed è rinnovabile una volta.

Il Consiglio Europeo si riunisce due volte al semestre, salvo convocazioni aggiuntive straordinarie. Alle riunioni del Consiglio Europeo partecipano di diritto il Presidente del Consiglio stesso, il Presidente della Commissione Europea e l’Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza Comune, che è uno dei Commissari europei.

Il Consiglio Europeo deve prendere alcune decisioni all’unanimità (per esempio l’ammissione di un nuovo stato membro), le altre a maggioranza qualificata. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.