Venezuela: Maduro esagera,
segno di debolezza

28/11/2013

In Venezuela decine di persone sono state arrestate con l’accusa di speculazione, nel contesto di un giro di vite governativo contro i negozi di piccoli commercianti di tutto il paese. Da anni le forze di sicurezza sono periodicamente impiegate per controllare i prezzi, ma le operazioni in corso non conoscono precedenti. In almeno un caso un intero negozio di elettronica è stato razziato sotto la supervisione della Guardia Nazionale.

Agli inizi del proprio mandato l’ex presidente Hugo Chavez aveva adottato un sistema di indicizzazione per tenere sotto controllo i prezzi di una serie di beni. Più recentemente, nel 2011, aveva istituito il Garante per la Sorveglianza dei Costi e dei Prezzi, per tentare di controllare i rincari lungo tutta la linea di distribuzione. Ma i prezzi hanno continuato ad aumentare, mentre i beni primari hanno iniziato a scarseggiare. Entro fine anno l’inflazione raggiungerà il 50-60%. Il cambio ufficiale del Bolivar è di 6,3 per un dollaro, ma in realtà al mercato nero si pagano 60 bolivar per un dollaro, quasi dieci volte tanto. Il governo del presidente Maduro ha aperto indagini sui provider che ospitano siti web che pubblicano informazioni sul cambio del Bolivar al mercato nero, accusandoli di turbare la pace e la tranquillità dei Venezuelani. 

Maduro vuole costringere i commercianti ad aderire a una nuova norma per cui i margini di profitto sono controllati dalle autorità. Questo porterà probabilmente a un aumento della corruzione e farà sparire dal mercato merci già scarse. Le decisioni del governo rischiano di mandare in rovina molti commercianti, aggravando il problema della carenza di beni che già grava sul paese. Ancora più preoccupante è aver creato il precedente di un saccheggio avvenuto con il consenso del governo. La situazione rischia di sfuggire di mano rapidamente.

Maduro deve ricompattare una base politica divisa e conquistare il rispetto e la reputazione del suo predecessore; il pugno di ferro del presidente sembra dunque un tentativo di dimostrare forza e fermezza, ma corre il rischio di ritorcersi contro di lui.

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.